Questo sito utilizza i cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie CLICCA QUI

PRIVACY CENTER

Al fine di migliorare la navigazione del sito, vengono utilizzati i cookie per ricordare i dettagli di accesso e garantire un accesso sicuro e raccogliere statistiche per l’ottimizzazione delle funzionalità del sito.
Questi cookie consentono di analizzare l’uso del sito per misurare e migliorare le prestazioni. Sono utilizzati per analisi statistiche sulle modalità di navigazione degli utenti sul sito www.filipozzi.it. Lo Studio tratta i risultati di queste analisi statistiche in maniera anonima.

CERTIFICATI DI INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE – NOVITA’ 2016

Stethoscope with financial statement, calculator and pen

A partire dal 22 marzo 2016, l’obbligo di trasmissione telematica del certificato medico di infortunio o di malattia professionale è a carico del medico certificatore o della struttura sanitaria che presta la prima assistenza al lavoratore. Il medico o il legale rappresentante della struttura sanitaria provvede all’inoltro all’ Inail, esclusivamente per via telematica, direttamente o tramite la struttura sanitaria competente al rilascio.

Il lavoratore dovrà comunicare al datore di lavoro il solo codice identificativo del certificato con i giorni di prognosi. Il datore di lavoro scaricherà il certificato dall’ apposito applicativo messo a disposizione dall’istituto. In questa prima fase di avvio della nuova procedura, non essendo ancora pienamente operativo tale applicativo, potrà succedere che il lavoratore vi trasmetterà come di consueto il certificato cartaceo.

ATTENZIONE! Resta a carico del datore di lavoro l’obbligo di inoltrare la denuncia di infortunio all’Istituto entro i termini di legge (due giorni in caso di infortunio e cinque giorni in caso di malattia professionale da quello in cui ne ha avuto notizia).
Vi preghiamo, pertanto, di continuare a darci tempestivamente notizia e inviarci certificazione disponibile relativa ad eventi di infortunio o malattia professionale.
Sempre a decorrere dal 22 marzo 2016, infine, il datore di lavoro non dovrà più trasmettere alla Pubblica Sicurezza il certificato medico d’infortunio: l’obbligo si intenderà assolto con l’invio telematico della denuncia.

Lavoro

Comments are closed.

« »