Questo sito utilizza i cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie CLICCA QUI

PRIVACY CENTER

Al fine di migliorare la navigazione del sito, vengono utilizzati i cookie per ricordare i dettagli di accesso e garantire un accesso sicuro e raccogliere statistiche per l’ottimizzazione delle funzionalità del sito.
Questi cookie consentono di analizzare l’uso del sito per misurare e migliorare le prestazioni. Sono utilizzati per analisi statistiche sulle modalità di navigazione degli utenti sul sito www.filipozzi.it. Lo Studio tratta i risultati di queste analisi statistiche in maniera anonima.

videosorveglianza_novita

OBBLIGHI

La legge /art. 4, L.n. 300/1970 Statuto dei Lavoratori) vieta l’uso di impianti audiovisivi e di altri apparecchi finalizzati al controllo a distanza dell’attività dei lavoratori.

E’ legittimo installare tali apparecchi solo se:

  • – sussistono obiettive esigenze organizzative e produttive o di sicurezza del lavoro;
  • – se l’utilizzo di tali impianti, ai soli fini consentiti dalla legge, è stato oggetto di accordo tra datore di lavoro e rappresentanze sindacali aziendali. In mancanza di accordo con le rsu, è necessario provvedere a richiedere apposita autorizzazione alla Direzione territoriale del lavoro.

Nel rispetto delle norme sulla privacy previste, infine, in qualunque caso, le telecamere devono essere segnalate ed informati i lavoratori.

 

SANZIONI PENALI

Il datore di lavoro che effettua controlli mediante impianti audiovisivi in violazione di quanto sopra è punito con sanzioni penali (ammenda da €154,00 a €1.549,00 o con l’arresto da 15 giorni ad un anno).

Lavoro

Comments are closed.

« »