Questo sito utilizza i cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie CLICCA QUI

PRIVACY CENTER

Al fine di migliorare la navigazione del sito, vengono utilizzati i cookie per ricordare i dettagli di accesso e garantire un accesso sicuro e raccogliere statistiche per l’ottimizzazione delle funzionalità del sito.
Questi cookie consentono di analizzare l’uso del sito per misurare e migliorare le prestazioni. Sono utilizzati per analisi statistiche sulle modalità di navigazione degli utenti sul sito www.filipozzi.it. Lo Studio tratta i risultati di queste analisi statistiche in maniera anonima.

180417_LAVOROINTERMITTENTE_SITO

Lavoro a chiamata:
rischio di trasformazione in lavoro a tempo indeterminato

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con lettera circolare n. 49 del 15 marzo 2018, interviene in materia di riqualificazione dei rapporti di lavoro intermittente (comunemente noto come lavoro a chiamata) in assenza del documento di valutazione dei rischi.

L’Ispettorato chiarisce che, uniformandosi a un consolidato orientamento giurisprudenziale, il contratto di lavoro intermittente (ovvero lavoro a chiamata) viene riqualificato in contratto subordinato a tempo indeterminato nel caso in cui il datore di lavoro non abbia effettuato la valutazione dei rischi in applicazione della normativa di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori.

Lavoro

Comments are closed.

« »