Questo sito utilizza i cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie CLICCA QUI

PRIVACY CENTER

Al fine di migliorare la navigazione del sito, vengono utilizzati i cookie per ricordare i dettagli di accesso e garantire un accesso sicuro e raccogliere statistiche per l’ottimizzazione delle funzionalità del sito.
Questi cookie consentono di analizzare l’uso del sito per misurare e migliorare le prestazioni. Sono utilizzati per analisi statistiche sulle modalità di navigazione degli utenti sul sito www.filipozzi.it. Lo Studio tratta i risultati di queste analisi statistiche in maniera anonima.

DecretoLeggeCuraItalia_sito

LA PROROGA DEI VERSAMENTI

Tra le varie misure introdotte dal D.L. “Cura Italia”, le principali riguardano la proroga di alcuni versamenti.

Riepiloghiamo la sintesi delle misure:

  • soggetti con ricavi o compensi superiori a 2.000.000:
    tutti i versamenti scadenti il 16 marzo sono prorogati al 20 marzo.

 

  • soggetti con ricavi o compensi inferiori a 2.000.000:
    i versamenti relativi ad IVA, contributi e ritenute dipendenti e INAILscadenti tra il 8 marzo e il 31 marzo sono prorogati al 31 maggio.
    Il versamento andrà fatto in unica soluzione o in 5 rate mensili. Sono escluse dalla proroga le ritenute effettuate su redditi di lavoro autonomo o provvigioni che dovranno perciò essere versate il 20 marzo.

 

  • associazioni e società sportive dilettantistiche, soggetti che gestiscono ricevitorie del lotto, lotterie, scommesse;
    soggetti che gestiscono attività turistiche ricettive, di agenzie di viaggio, di ristorazione, gelaterie, pasticcerie, bar e pub, asili nido, trasporto merci e trasporto passeggeri
    :

    versamenti di ritenute alla fonte e di contributi previdenziali ed assistenziali sono sospesi fino al 30 aprile e prorogati al 31 maggio.
    Per tali soggetti i termini di versamento dell’IVA scadente a marzo sono sospesi.

Scarica il Decreto Legge «Cura Italia»

CORONAVIRUS_sito02

Fiscale

Comments are closed.

« »